IL PROGRAMMA SCOLASTICO : IL CODICE +|– 
E' per il momento diffuso solo in inglese 

I simboli piu' (+) & Meno (–) sono alla base del funzionamento della  nostra coscienza...

 

SIAMO LIETI DI PRESENTARE IL PROGRAMMA "CODE +|- SCHOOL PROGRAM", OFFERTO DALLA SOURCE CODE TECHNOLOGY FOUNDATION IN COLLABORAZIONE CON IL CENTRO DI INSEGNAMENTO E RICERCA UCM, disponibile per ora in inglese E CHE SARÀ BEN PRESTO DISPONIBILE anche IN FRANCESE : www.PLUSMINUSCODE.COM

  Siamo abituati a pensare che ciò che è semplice è facile, ma in realtà la semplicità può essere molto più complicata di qualcosa di complesso...                                                                                                                                                                                           Professore Francis L. Kaya

La più grande conoscenza in termini di coscienza umana è la comprensione della nozione di più (+) e meno (-) nella sperimentazione della vita, attraverso le scelte che facciamo, le decisioni che prendiamo, i percorsi che seguiamo. Infatti, è una conoscenza fondamentale che tutti gli esseri umani dovrebbero applicare, poiché è direttamente collegata alla conoscenza innata. Tuttavia, la maggior parte delle volte, dire semplicemente "sì o no" a una situazione o in risposta a una domanda è, per molte persone, di una complessità fenomenale. Anche una persona di 70 anni può talvolta avere difficoltà a rispondere chiaramente a domande semplici come: "È giusto? Mi piace questo e quello, oppure no?" Spesso non sappiamo cosa pensare, non siamo sicuri della risposta giusta o diciamo di sì quando dovrebbe essere un no. Siamo abituati a pensare che ciò che è semplice è facile, ma in realtà, quando questa conoscenza fondamentale del più (+) e del meno (-) non si attiva nella nostra coscienza, la cosa più semplice può diventare più complicata di qualcosa di veramente complesso.

È affascinante vedere come la memoria umana possa registrare e programmare se stessa con sovrapposizioni di + e - che ne complicano la coscienza e il ragionamento. Possiamo dire: "È bello", anche se non lo è, se è disarmonico, e quando ciò che una persona o un gruppo sociale definisce bello può invece generare aggressività, violenza, mancanza di gentilezza, anche cattiveria, intolleranza, etc. Accade anche che di fronte a cose negative, alcune persone comincino a ridere o ad esprimere soddisfazione. Com'è possibile che ciò avvenga? Che cosa genera queste forme di discrepanza nel nostro discernimento?

Questo fenomeno è il risultato della miscela del + e - che è stato creato attraverso l'apprendimento e le scelte che la persona ha registrato nella sua memoria, il suo computer interno, e questo, fin dalla sua più tenera età. Nella sua infanzia, sua madre può averle detto di amarla, ma allo stesso tempo, ha inconsciamente generato informazioni di dipendenza emotiva, o ha cercato di nascondere la sua impazienza, etc. Tutto questo, nel tempo, ha portato a una mescolanza dei ricordi del bambino, alterando la sua percezione del momento, la sua coscienza e causando disfunzioni che influiscono sulla sua capacità di prendere decisioni e persino di fare le scelte più semplici e corrette in relazione ad aspetti essenziali come l'amore, l'alimentazione, e così via. I ricordi di alcune persone sono un labirinto pieno di ostacoli interconnessi. Tuttavia, il linguaggio simbolico permette non solo di decodificare i sogni, i segni e le risonanze, ma anche di riconoscere e comprendere questi accumuli di memorie miste. Cambiando i codici di programmazione nel suo computer interno, questa persona sarà quindi in grado di attivare un giusto ed equilibrato discernimento quando deve scegliere tra + e -, e no.

Il Centro d'Insegnamento e di Ricerca Universe/City Mikaël (UCM), che si dedica allo studio e alla comprensione della coscienza umana, dell'intelligenza emozionale, del linguaggio simbolico e dell'interpretazione dei Sogni, dei Segni e dei Simboli, ha sviluppato alcuni programmi per capire meglio come funzionano le nostre memorie e il Codice Sorgente (Code Source) che sottende la nostra coscienza. La sua missione e i suoi obiettivi principali sono la progettazione e la realizzazione di nuovi programmi di formazione per medici, psicologi, psichiatri, infermieri, terapisti, insegnanti, etc.; la creazione di scuole all'avanguardia per bambini ad alto potenziale (HP), che possiedono facoltà sopra la norma, sia intellettive che di percezione e coscienza, e anche scuole per bambini con difficoltà di concentrazione, iperattività, dislessia, autismo, deficit di attenzione o altre difficoltà di apprendimento. Questi studi e ricerche relative alla costituzione e al funzionamento della coscienza occupano oggi un posto primario negli ambienti scientifici, medici ed educativi, ma anche nella vita di tutti coloro che si chiedono chi siamo veramente, da dove veniamo e dove stiamo andando.

E' possibile riprogrammare memorie condizionate da + e - distorti. Questo si ottiene attraverso il lavoro con l'Intelligenza Emozionale e l'analisi di Sogni, Segni e Simboli. Grazie a questi studi, possiamo costruire autostrade neurali che ci permettono di pensare più facilmente e accuratamente, senza creare complesse paludi di memoria che ostacolano il nostro immenso potenziale, le nostre facoltà sensoriali, le nostre scelte e la nostra fiducia in noi stessi.

Nella misura in cui comprendiamo che il codice +/- è la radice del nostro destino, ci sentiamo ispirati e motivati a concentrare i nostri sforzi, scelte e decisioni su valori veri e principi giusti, al fine di costruire una vita di felicità a tutti i livelli. Per questo motivo UCM dà la priorità alla progettazione e alla realizzazione di programmi di istruzione, formazione e educazione che contribuiscono allo sviluppo del nostro sistema informatico interiore.

Come centro di insegnamento e ricerca, UCM occupa una posizione di leadership in questo campo, grazie a iniziative, strategie e soluzioni innovative, a una visione globale e a conoscenze avanzate.

LO SAPEVI CHE...

I bambini percepiscono piu' di quanto pensano?
All'inizio i bambini percepiscono più di quanto pensano, poi, crescendo, se non ricevono un'istruzione adeguata, finiscono per pensare sempre di più, a scapito dei loro sentimenti.

* L'essere umano funziona come un computer vivente?
Egli registra continuamente informazioni positive e negative, senza necessariamente esercitare un discernimento, e questo crea, nel tempo, le molteplici sfaccettature della sua personalità.

* L'essere umano è uno dei sistemi informatici più completi che ci siano?
Infatti, oltre alla sua intelligenza intellettuale, può usare la sua intelligenza emozionale - i suoi sentimenti, le sue intuizioni, le sue percezioni sensoriali. Questo gli permette di entrare in contatto con le multidimensioni che esistono in lui, nell'altro e in tutti gli elementi del suo ambiente. Lo fa attraverso i suoi sogni, attraverso la meditazione, la capacità di decodificare i segni, di percepire le energie sottili, di elaborare la moltitudine dei dati così ricevuti, di estrarne le risposte, le comprensioni, le rivelazioni.

* L'essere umano parla sempre in simboli?
Ogni persona usa un linguaggio simbolico, consapevole o meno, perché la scelta delle parole, la struttura delle frasi, la chiarezza del linguaggio, l'intonazione della voce, e così via, rivelano aspetti del proprio essere.

Da consultare: in francese  Dictionnaire, Le Code Source, Rêves-Signes-Symboles, ISBN : 978-2-923654-02-7; in inglese Dictionary, The Source Code, Dreams-Signs-Symbols, ISBN : 978-2-923654-25-6.

per maggiori informazioni: www.PLUSMINUSCODE.COM  e il sito in lingua inglese di Universe/City Mikaël (UCM)